Truman Capote

1924 - 1984

Truman Streckfus Persons
Truman Streckfus Persons

Scrittore e sceneggiatore statunitense
Allontanato dai genitori all'età di sei anni, crebbe a Monroeville, in Alabama con i nonni. Alla sua scarsa dedizione allo studio si contrapponeva una forte passione giornalistica. Ben presto cominciò a scrivere sulla celebre rivista New Yorker.
Un carattere difficile ed irriverente, aggravato, agli occhi della società, da una mai nascosta omosessualità, lo condussero lungo tutta la vita sempre ai limiti dell'eccesso. Viaggiò moltissimo, assetato di conoscenza e desiderio di documentarsi procurandosi sempre incontri interessanti ed estrapolando storie a parole tramite un registratore sempre a presso con lui.
Il lavoro di giornalista e di scrittore comincia con difficoltà e scontri: viene licenziato dal New Yorker per avere involontariamente offeso il poeta Robert Frost.
Pubblica alcuni racconti su "Harper's Bazaar" e comincia a scrivere per il Southern Gothic Novelist che contribuisce notevolmente a mitizzarlo alimentando la sua fama di personaggio contemporaneamente piacevole e arrogante. Comincia ad essere sempre più apprezzato negli ambienti letterari.
A imporlo come scrittore è il primo romanzo, "Altre voci, altre stanze" (1948), storia gotica sull'ambiguità descritta da Capote come "tentativo di esorcizzare i demoni".
Fin dall'inizio della sua carriera, frequenta scrittori ed artisti, personaggi dell'alta società e celebrità internazionali, attirando l'attenzione della stampa con il suo bizzarro stile di vita.
La fama è dietro l'angolo, e lo raggiunge con Colazione da Tiffany.
Nel 1954 scrive assieme al musicista Arold Harlen il libretto e i testi delle canzoni per il musical House of Flowers.
L'assassinio di un'intera famiglia in Kansas lo colpisce tanto da spingerlo a fare lunghe ricerche che confluiranno nel più acclamato dei suoi libri, A sangue freddo (1966), la cui uscita a puntate sul "New Yorker" è circondata da polemiche, che incidono parecchio sulla vita dell'autore.
Il ballo in maschera al Plaza Hotel con cui Capote decide di festeggiare l'ultima puntata, commentato in prima pagina da tutti i giornali, diventa subito un evento - icona e per diverso tempo lo scrittore è una presenza fissa sui rotocalchi e in televisione.
Per anni lavora ad un nuovo romanzo, "Preghiere esaudite", che resterà incompiuto: nell'intento dell'autore esso avrebbe dovuto condensare tutto ciò che Capote aveva osservato vivendo a contatto col jet set.
Nel 1971 il poeta Kenwald Elmslie e il musicista Claibe Richardson trasformano il romanzo autobiografico The Grass Harp in un musical, che però riscuote poco successo.
L'ultimo periodo della sua vita è segnato da discutibili serate mondane, sempre più chiacchierate, condite da droga ed alcool in grandi quantità.

A sangue freddo
Il villaggio di Holcomb si trova sulle alte pianure di grano del Kansas occidentale, una zona desolata che nel resto della stato viene definita "laggiù". Un centinaio di chilometri a est del confine del Colorado, il paesaggio, con i suoi duri cieli azzurri e l'aria limpida e secca, ha un'atmosfera più da Far West che da Middle West. L'accento locale ha pungenti risonanze di prateria, una nasalità da bovari, e gli uomini, molti di loro, portano stretti pantaloni da cowboy, cappello a larghe tese e stivali con tacchi alti e punte aguzze. Il terreno è piatto e gli orizzonti paurosamente estesi; cavalli, mandrie di bestiame, un gruppo di solos bianchi che si elevano aggraziati come templi greci, sono visibili parecchio prima che il viaggiatore li raggiunga.

Colazione da Tiffany
Mi sento sempre attratto dai posti dove sono vissuto, le case e i loro dintorni. Per esempio, nella Settantesima Est c'è un edificio di pietra grigia dove, al principio della guerra, ho avuto il mio primo appartamento newyorchese. Era una stanza sola affollata di mobili di scarto, un divano e alcune poltrone paffute, ricoperte di quel particolare velluto rosso e pruriginoso che ricolleghiamo alle giornate d'afa in treno. Le pareti erano a stucco, di un colore che ricordava uno sputo tabaccoso. Dappertutto, perfino in bagno, c'erano stampe di rovine romane, molto vecchie e tempestate di puntolini scuri. L'unica finestra dava sulla scala di sicurezza. Ma, anche così, mi si rialzava il morale ogni volta che mi sentivo in tasca la chiave del mio appartamento; per triste che fosse, era un posto mio, il primo, e lì c'erano i miei libri, i barattoli pieni di matite da temperare, tutto quello che mi occorreva (o così almeno pensavo) per diventare lo scrittore che volevo diventare.

Preghiere esaudite
In qualche parte del mondo esiste una filosofa straordinaria che si chiama Florie Rotondo.
L'altro giorno mi sono imbattuto in una delle sue riflessioni, stampata da una rivista consacrata agli scritti degli scolaretti. Diceva: "Se potessi fare quel che voglio, andrei al centro del nostro pianeta, la Terra, a cercare uranio, rubini e oro. Cercherei anche i Mostri non rovinati. Poi mi trasferirei in campagna. Florie Rotondo, 8 anni". Florie, tesoro, io so cosa intendi dire, anche se tu non lo sai: come potresti a otto anni?

Truman Streckfus Persons
FILM: A sangue freddo